hello world!

Ritardo del volo

Come ottenere un risarcimento?

Accade molto spesso che i passeggeri vittime di voli in ritardo non richiedono alle compagnie aeree il risarcimento per ritardo volo.

Limitando lo sguardo al solo territorio italiano, si stima che annualmente quasi 5 voli aerei su 100 riportano un ritardo aereo prolungato di oltre tre ore.
Ogni anno, circa 3 milioni di passeggeri avrebbero diritto a richiedere un indennizzo per il volo in ritardo, ma non tutti lo fanno. Solo 3000 degli utenti a cui spetterebbe una compensazione pecuniaria, procedono nella richiesta di rimborso ritardo aereo.

Ritardo_volo_aereo

Le cause per cui chi è vittima di un ritardo aereo non ottiene il massimo risarcimento volo possibile sono varie:

  • pigrizia: chi attende un aereo in ritardo per più di 3 ore crede che ricevere un compenso in denaro sia molto complicato e necessiti tempi tecnici lunghissimi, soprattutto in Italia. Compilare una domanda di reclamo ritardo aereo e quindi di recupero credito, relativamente al ritardo di un aereo di linea, è un'operazione complessa che porta via molto tempo. Per questo motivo è consigliato affidarsi a un team di professionisti del settore;

  • mancata informazione: il passeggero che aspetta invano il suo volo in ritardo è molto arrabbiato in quel momento, ma nella convinzione di doversi scontrare con una compagnia aerea internazionale, si scoraggia presto e desiste dall'idea di poter agire per ottenere la compensazione monetaria;

  • errata convinzione: tutti i biglietti aerei sono rimborsabili, compresi quelli delle compagnie low cost. Spesso si è convinti che scegliendo compagnie low cost, che offrono biglietti a prezzi stracciati, come Ryanair e Vueling, non si abbia diritto all'indennizzo volo, o al risarcimento del biglietto aereo per disagi legati a ritardo aereo.

Il Regolamento (CE) n. 261/2004 contiene importanti informazioni circa i diritti dei passeggeri in caso di ritardo del volo. Il Regolamento, infatti, stabilisce che l’arrivo del volo in ritardo -all'arrivo- rispetto all’orario previsto, quindi, dà diritto ad un risarcimento da un minimo di euro 250 fino ad un massimo di euro 600, nello specifico:

  • € 250 per tutte le tratte aeree inferiori o pari a 1500 chilometri;

  • € 400 per tutte le tratte aeree intracomunitarie superiori a 1500 chilometri e per tutte le altre tratte comprese tra 1500 e 3500 chilometri;

  • € 600 per le tratte aeree che non rientrano nelle lettere a) o b).

La distanza viene calcolata dall'aeroporto del mancato imbarco, che potrebbe non coincidere con il luogo di partenza.

Quando non hai diritto all'indennizzo:

Il diritto all'indennizzo per il ritardo del volo di qualsiasi altra compagnia aerea, viene meno solo se il vettore “può dimostrare che il ritardo del volo è dovuta a circostanze eccezionali che non si sarebbero comunque potute evitare anche se fossero state adottate tutte le misure del caso” (art. 5.3 del regolamento comunitario n. 261 del 2004).

Per circostanze eccezionali, si intendono:

  • condizioni meteorologiche particolarmente avverse e inaspettate;

  • scioperi;

  • allarmi per la sicurezza.

Attenzione! In ogni caso le compagnie sono tenute a rimborsare le spese sostenute dai passeggeri.

 

Tutti per il consumatore può aiutarti

Tutti per il consumatore offre un servizio gratuito e senza costi per il consumatore finalizzato ad ottenere dalla Compagnia aerea la somma dovuta a titolo di risarcimento da ritardo aereo, pari o superiore alle tre ore.

Le spese per la consulenza svolta dal Team di professionisti di Tutti per il consumatore sono, infatti, mputate e sostenute dalla stessa Compagnia aerea e, pertanto, il lavoro svolto inizia e si conclude senza senza trattenere alcuna percentuale sulla somma integralmente ottenuta dal passeggero.

Scopri subito come ottenere un rimborso

Se i tuoi diritti di consumatore sono stati violati, contattaci
FISSA SUBITO UN APPUNTAMENTO
crosshairs